mercoledì 26 ottobre 2011

Cucire facile: lezione 1

LA CUCITURA DIRITTA

Ciao,

oggi parliamo dell'esecuzione della cucitura diritta con la macchina da cucire.
Per prima cosa vediamo brevemente come funzionano la pressione e il trasporto della macchina da cucire.
Il trasportatore è  quel meccanismo posto sotto il piedino premistoffa che eseguendo dei movimenti basso - avanti -  alto -  indietro fa avanzare il tessuto. Naturalmente questo viene aiutato dalla pressione del piedino che trattiene gli strati di tessuto in modo che questi si muovano contemporaneamente.

La pressione del piedino premistoffa  e il trasportatore interagiscono per rendere la cucitura uniforme: il piedino spinge in basso la stoffa  in modo che il tessuto scorra teso; il trasportatore manda avanti la stoffa  in modo che passi sotto il pedino di  pressione.



Una corretta pressione assicura un regolare scorrimento degli strati di tessuto. La pressione dipende sempre dal peso di tessuto. Generalmente più il tessuto è leggero, minore è la pressione richiesta.

Per alcuni tessuti, comunque è difficile  trovare la pressione adatta, come, per esempio, per i materiali pelosi, i materiali vinilici, i tessuti a righe o scozzesi che devono combinarsi perfettamente.

Le macchine elettroniche di nuova generazione vengono in aiuto con regolazioni automatiche in base allo spessore del tessuto, oppure, se la macchina lo prevede, ci si può avvalere del meccanismo per il doppio trasporto, ad esempio come questo:
Il trasportatore superiore garantisce un uguale avanzamento degli strati di tessuto.



Tuttavia ci sono alcuni "trucchi del mestiere" che mi 
sono stati insegnati, che sono un valido aiuto, soprattutto se si deve eseguire una cucitura lunga; ma vediamoli insieme:
  1. prima di eseguire la cucitura unire insieme le parti con gli spilli, facendo combaciare motivi (es. righe). A volte è necessario far rientrare della lentezza, (ricordatevi che il tessuto con la lentezza deve essere sempre a contatto con il trasportatore).
  2. Iniziate la cucitura fermando il punto con 2 -3 punti indietro, regolate la posizione dell'ago sempre giù.

 3.  Quando eseguite la cucitura con la mano sinistra accompagnate il tessuto  verso il dietro, mentre con  la mano destra tenete unite i due lembi,come nella foto, accompagnando il tessuto verso il trasportatore.  In questo modo esercitando una leggera tensione, ma senza esagerare, sarete voi a "guidare l'avanzamento del tessuto" ; avrete così una cucitura perfetta.


Spero che questo post sia utile a quante si stanno avvicinando ora al cucito.

Ciao e a presto,
Silvana













9 commenti:

  1. Wow!!! Finalmente un post dove si parte dalle basi e di cui io ho un grandissimo bisogno. Approffitto per chiederti due cose:
    1- cos'è la "lentezza"?
    2- come faccio a fare in modo che la cucitura sia dritta alla stessa distanza dal bordo esterno? mi spiego... a me capita spesso di avere cuciture un po' ondeggianti che si scostano dal bordo esterno, e mi sono chiesta se devo tenere qualche punto di riferimento che non conosco mentre cucio.
    Grazie mille :-)

    RispondiElimina
  2. Ciao,sono contenta ti sia piaciuto il tutorial.
    1 - Innanzitutto la lentezza è un eccesso di tessuto che deve rientrare in una determinata misura, ma senza essere arricciato.Mi spiego meglio: immagina di dover unire ad esempio l' interno gamba di in pantalone, se unisci insieme le parti con gli spilli , ti accorgerai che una parte risulta più lunga di qualche mm.Questa è la lentezza che devi far rientrare distribuendola sulla cucitura, serve per dare agio e movimento.
    2 - Non so se ho capito bene, ma credo che il problema sia perchè non lasci l'ago puntato giù.Quando ti fermi per sistemare il tessuto se l'ago non è puntato è facile che la cucitura si sposti risultando alla fine ondeggiante.Segui i consigli del tutorial e vedrai che ti troverai meglio.Ciao e buon lavoro:-)

    RispondiElimina
  3. Ciao, bello il tutorial sul cucito. Io sono autodidatta, me la cavicchio ma dei consigli in piu' non fanno mai male.
    Grazie Marilena CreazioniCoccolose

    RispondiElimina
  4. Ora ho capito cos'è la lentezza, grazie :-) Per quanto riguarda il secondo punto l'ago lo lascio sempre giù, in parole pover eosno io che non sono in grado di andare dritta eheh, ad esempio per fare l'orlo ad una tenda dove infilare l'astina, se partivo a una distanza di 2 cm facciamo finta, alla fine del lavoro vedevo la cucitura che si distanziava o avvicinava di più o di meno. Mi sa che son proprio io che non ho ancora mano, volevo solo sapere se c'era qualche trucchetto o punto di riferimento da tenere sott'occhio...

    RispondiElimina
  5. in sintesi... come faccio a mantenere la stessa distanza dal bordo esterno dall'inizio alla fine della cucitura?

    RispondiElimina
  6. Sulla placca della macchina da cucire trovi delle linee guida che ti aiutano a mantenere la stessa distanza ( vedi foto). Puoi anche aiutarti posizionando una striscia di nastro adesivo alla distanza desiderata, basterà seguirla e vedrai che la cucitura sarà diritta.
    Ciao

    RispondiElimina
  7. Ecco ora guardando la foto mi rendo conto che la mia macchina da cucire non ha quelle righe, solo alcune ma pochissime e vicine all'ago. Grazie per il consiglio del nastro adesivo. Era proprio ciò che cercavo. Attendo quindi curiosa la prossima lezione di Cucire Facile :-)

    RispondiElimina
  8. Ciao! Sono alle prime anzi primissime armi con il cucito...volevo chiederti, quando devo tornare indietro per fissare il punto, come faccio a tornare esattamente nello stesso punto d'inizio?

    RispondiElimina
  9. Ciao, non so se ho capito bene, ma credo tu abbia solo bisogno di pratica.Prova ad agire manualmente, ossia per fermare la cucitura avanza di 2-3 punti e poi torni indietro ruotando il volano della macchina a mano, e poi ritorni in avanti di altri 2-3 punti, sempre ruotando il volano a mano. Una volta fermata la cucitura puoi avanzare usando il pedale.
    Silvana

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato un tuo pensiero.

Pin It button on image hover